La Fornero fa outing: «Voterò Emma Bonino». E dichiara amore per il Pd

giovedì 11 gennaio 10:49 - DI Giorgio Sigona

Non piange, Elsa Fornero. Anzi, si spinge anche a dire la sua sulle prossime elezioni. Magari per dare qualche consiglio non richiesto agli elettori, dall’alto della sua esperienza: «Io a oggi sarei intenzionata a votare Emma Bonino», ha detto la in diretta ad Agorà su Rai 3. Preferirebbe quindi che Emma Bonino andasse in alleanza col Pd? «Sì, io sono una grande sostenitrice, diciamo che ho avuto molte delusioni dal Partito democratico, ma abbiamo delusioni da tanti, e sarei contenta di avere un governo come il Gentiloni che abbiamo avuto», aggiunge l’ex ministra.

Elsa Fornero su Berlusconi: «Invecchiando è migliorato»

«Sono convinta che Berlusconi, sia per l’esperienza di governo che ha avuto, sia per l’esperienza di imprenditore, conosca bene la realtà economica, e sappia distinguere tra le cose che sono possibili e quelle che sono nel migliore dei casi delle battute buttate lì», aggiunge Elsa Fornero, sempre ad Agorà. «Ha un’esperienza di governo che non è quella di Salvini e siccome non penso ci siano delle grandi prospettive per il Paese, penso ci sia bisogno della saggezza di molti e tra questi ci metterei anche Berlusconi, che mi sembra comunque, invecchiando, essere diventato più saggio di quanto forse non sia stato come uomo di governo. E quindi – ha concluso Elsa Fornero – anziché fare i processi al passato, io credo che bisogna guardare al futuro e il futuro del nostro Paese che, io mi auguro, sia messo nelle mani di persone sagge, magari raccogliendole da partiti diversi e da partiti che oggi non si guardano molto».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 19 gennaio 2018

    Ma mi faccia il piacere signora Fornero, non dia il voto a nessuno che e’ meglio.

  • Giuseppe Forconi 19 gennaio 2018

    Se fosse un politico lo voterei Agostini, ben detto Adriano.

  • luciano.vignati@teletu.it 12 gennaio 2018

    Alla fine la Fornero, classica radical schic di sinistra con il rolex e uno stipendio elevato da dipendente pubblico parassita, pronto ad assecondare i voleri degli squali capitalisti e delle grandi multinazionali è uscita allo scoperto e dichiara di votare per l’altra grande nulla facente della Bonino. Qualcuno informi anche le amebe acefale del popolo di sinistra.

  • riandree@yahoo.com 12 gennaio 2018

    la fecaloma dovrebbe avere il buon senso e la decenza di ritirarsi a vita privata e smettere di importunare gli italiani onesti e per bene …..

  • guiper5@virgilio.it 12 gennaio 2018

    Non credo che la Fornero portera’ voti alla Bonino oltre il suo.

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 12 gennaio 2018

    La Bonino è superata, è anacronistica. E’ come rinvangare il Partito Proletario. Oggi non c’è alcun bisogno di leggi ideologiche (credo che, a parte la liberalizzazione della marijuana avanzata dalla Bonino, il PD abbia fatto tutte – e solo – le leggi ideologiche possibili e immaginabili): oggi servono leggi serie e forti che intressino tutti gli italiani (e non solo poche persone: leggi suicidio assistito, unioni civili, biotestamento, ecc) e risolvano i VERI problemi che sono la DISOCCUPAZIONE, la POVERTA’ della gente, il DEBITO PUBBLICO, l’IMMIGRAZIONE, la riforma della GIUSTIZIa e la riforma del SISTEMA BANCARIO.