Khamenei agli Usa: sconfitto il complotto occidentale, avete fallito

“Ancora una volta, la Nazione ha detto agli Usa, alla Gran Bretagna e a chi ha cercato di rovesciare la Repubblica islamica dall’estero avete fallito e fallirete anche in futuro”. Lo ha dichiarato la Guida Suprema iraniana, l’ayatollah Ali Khamenei, evidenziando la conclusione delle proteste contro il governo che hanno scosso l’Iran a cavallo di Capodanno. “Riguardo ai recenti eventi, ci sono state varie analisi. Quella corretta è separare le richieste oneste e legittime del popolo dai gesti violenti e vandalici di un certo gruppo”, ha proseguito Khamenei, intervenendo a Qom in occasione dell’anniversario della sollevazione della città santa per gli sciiti durante la rivoluzione contro lo Shah. La Guida Suprema ha quindi ribadito che alla base della sommossa dei giorni scorsi c’è uno “schema triangolare formato dagli Usa e dai sionisti. Il denaro è arrivato da un ricco governo vicino al Golfo Persico (l’Arabia Saudita, ndr) e il terzo elemento erano gli scagnozzi. I macellai, i Mojahedin del Popolo, sono stati assoldati come lacchè per questo complotto”. Sono circa 3.700 le persone arrestate durante le proteste che hanno travolto l’Iran nelle ultime due settimane. Lo denuncia il deputato riformista Mahmoud Sadeghi sul sito ufficiale del Parlamento di Teheran, icana.ir. Sadeghi ha spiegato che gli arresti sono stati condotti da diverse forze della sicurezza e dell’intelligence, rendendo difficile stabilire il numero esatto dei detenuti.