Joe Arpaio, lo sceriffo più cattivo d’America, correrà per Trump

Il repubblicano Joe Arpaio, stretto alleato del presidente Donald Trump ed ex sceriffo noto per il suo approccio provocatorio alla lotta all’immigrazione clandestina, correrà per il Senato in Arizona. Arpaio, 85 anni, potrebbe vincere le primarie repubblicane di fine agosto in una corsa aperta per sostituire il senatore che va in pensione Jeff Flake. Trump, come si ricorderà, ha perdonato Arpaio la scorsa estate, risparmiando il carcere all’ex sceriffo che era stato condannato per aver ignorato un ordine del tribunale federale in un caso di discriminazione razziale. L’ex sceriffo della Contea di Maricopa è amato da molti conservatori per le sue politiche anti-immigrazione. Si prevede che lanci la sua candidatura entro pochi giorni. In un’intervista telefonica con il Washington Examiner, Arpaio ha minimizzato le preoccupazioni sulla sua età e ha detto di aver già discusso i piani di lavoro con Trump per lo Stato dell’Arizona. “Ho molto da offrire. Sono un grande sostenitore del presidente Trump “, ha detto Arpaio. “Dovrò lavorare sodo; non dai nulla per scontato. Ma non lo farei se non pensassi di poter vincere. Non sono qui per ottenere il mio nome sul giornale”. Arpaio è stato eletto sceriffo della contea di Maricopa, che comprende Phoenix e la periferia circostante, per 24 anni, fino a quando un democratico lo ha battuto nel 2016. Attraverso una severa opposizione all’immigrazione clandestina e a metodi di polizia non ortodossi, Arpaio ha dato di sé un’immagine di poliziotto duro ma rispettoso della legge. Ciò lo ha reso una star dei media conservatori e fel circuito del Gop, visto che i repubblicani di tutto il Paese concordano sul rafforzamento della sicurezza di frontiera.