Iran, l’ayatollah Khatami sentenzia: pena di morte per chi ha bruciato la bandiera

Il governo non ci sta: e dopo giorni e giorni di scontri di piazza, manifestazioni, disordini e caos, fra vittime e feriti, arresti e condanne, sancisce l’ultima, dura reprimenda: chi ha bruciato la bandiera dell’Iran durante le proteste antigovernative che hanno scosso il Paese a cavallo di Capodanno deve ricevere la «massima punizione», ovvero la pena di morte.

Iran, l’ayatollah Khatami: pena di morte per chi brucia la bandiera

Lo ha affermato in queste ultime ore l’ayatollah ultraconservatore, Ahmad Khatami, che oggi ha guidato la preghiera del venerdì a Teheran.

«Non ci deve essere pietà per loro», ha insistito nel sermone dedicato alle proteste la massima…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi