Il suo legale smentisce l’arresto: è giallo sulle sorti di Ahmadinejad

Un mistero doppio, quello che avvolge nell’ombra dei sospetti e delle responsabilità, il ruolo e le sorti dell’ex presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, che secondo il quotidiano arabo Al-Quds Al-Arabi sarebbe stato arrestato nei giorni scorsi a Shiraz, nell’Iran centro-meridionale, con l’accusa di aver incitato le proteste contro il governo scoppiate a cavallo di Capodanno. Al momento mancano ancora notizie ufficiali sulla situazione – e sull’ubicazione – dell’ex leader iraniano.

Giallo sulle sorti di Ahmadinejad

A fronte di conferme e smentite, ipotesi e recriminazioni, proprio in queste ore, il portale d’informazione arabo Erem News, ha invece riportato le dichiarazioni dell’“avvocato” di Ahmadinejad, il quale ha smentito che il suo assistito sia in stato di fermo. «La notizia dell’arresto del mio cliente, l’ex presidente Mahmoud Ahmadinejad, non corrispondere alla realtà», ha dichiarato anche poco fa il legale, Adel Heidari, le cui dichiarazioni sono state rilanciate, tra gli altri, anche dall’agenzia di stampa russa Sputnik.

L’ex presidente ultraconservatore è da tempo nel mirino delle autorità iraniane per…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi