Il sindaco di Cerignola (ex An) contro il racket: “Topi di fogna, siate maledetti” (video)

Avvocato penalista, uomo di destra, il sindaco di Cerignola Franco Metta ha usato parole di fuoco contro gli attacchi criminali degli ultimi giorni. «Siate maledetti, uscite di notte come scarafaggi e topi per colpire la povera gente che lavora e fa sacrifici, per buttare nel panico questa comunità che fa di tutto per risollevarsi. Siete maledetti, siete quattro vigliacchi, noi non vi lasceremo questa città, combatteremo fino alla fine per Cerignola, siete stramaledetti». Così in un video postato su Fb. Una reazione coraggiosa, dopo gli ultimi fatti di cronaca e le intimidazioni che si sono verificate nella cittadina.

Il sindaco Metta ai criminali: “Vi combatteremo fino alla fine”

L’avvocato penalista Franco Metta, storico esponente della destra pugliese, eletto con una lista civica contro la sinistra, si sta impegnando da tempo per restituire a Cerignola la dignità che le compete e per sottrarla alla morsa del racket. Negli ultimi giorni una gioielleria è stata data alle fiamme. Ancora prima sono state fatte azioni dimostrative contro un panificio e una profumeria. A fare le spese del boom criminale, anche uno sportello bancario. Una situazione d’emergenza che ha visto il sindaco Metta spendersi direttamente in prima persona.

Il sindaco di Cerignola, un uomo di destra

Metta è stato consigliere comunale negli anni ’70 e ’80 nel Msi, è stato in An dal 2006 fino al suo scioglimento. Clamoroso quanto accaduto a Metta nel dicembre 2016: il primo cittadino si era visto recapitare nella sua stanza da primo cittadino una strana busta di biscotti natalizi con dentro una tangente di ventimila euro. Il primo cittadino di Cerignola aveva prontamente chiamato la polizia e denunciato l’imprenditore autore del tentativo di corruzione.