Il governo Pd fa le nomine all'”inutile” Cnel: ma non lo volevano abolire?

Non erano uno scherzo le dicerie sulle nomine ai vertici del Cnel. Il Consiglio dei ministri di oggi, su proposta del presidente Paolo Gentiloni, sentito il presidente del Consiglio nazionale dell’economia del lavoro (Cnel), ha deliberato il conferimento al consigliere della Corte dei conti Paolo Peluffo dell’incarico di segretario generale del Cnel.

Lo rende noto palazzo Chigi. Incredibile, eppure era stato definito inutile e costoso proprio da…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi