Gol di mano, Cutrone graziato dal giudice. “Non se n’è accorto…” (video)

Nessuna sanzione per Patrick Cutrone, attaccante del Milan, per il gol segnato contro la Lazio e viziato da un evidente tocco con il braccio. A scagionare il bomber rossonero per il quale il procuratore federale aveva chiesto la prova tv è il giudice sportivo, “considerato che nel caso di specie il gesto non risulta connotato da sicura volontarietà, avuto riguardo alla particolare velocità dell’azione e del movimento della palla, nonché, soprattutto, alla sussistenza di un evidente tentativo di colpire la palla con la testa e del contestuale e non innaturale movimento del braccio, in relazione, quest’ultimo, allo slancio per colpire la palla di testa”, come si legge nelle motivazioni. Il giudice sportivo ha invece inflitto tre giornate di squalifica a Bid Belec, portiere del Benevento, “per avere, al 34° del primo tempo, con il pallone tra le mani colpito volontariamente con un calcio ad una gamba un avversario (Niang del Torino, ndr) che cercava di ostacolargli il rinvio rapido del pallone”. Due giornate di stop, con ammenda di 5mila euro, sono state inflitte a Fabrizio Cacciatore del Chievo “per aver, al 17° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale con il gesto delle manette rivolto per due volte verso la tribuna”.

I video del fallo di mano di Cutrone