Giorgia Meloni: «Con noi al governo gli imam dovranno predicare in italiano»

martedì 2 gennaio 14:32 - DI Redazione

«Secondo il dossier Sicurezza diffuso dal Viminale è allarme foreign fighters. I combattenti stranieri arrivati clandestinamente in Italia nel 2017 sono l’11 % in più rispetto all’anno precedente. È necessario capire che sono nostri nemici quelli che sostengono il fondamentalismo». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier, Giorgia Meloni. «Quando saremo al governo – aggiunge – renderemo obbligatorio sapere da dove arrivano i soldi che finanziano luoghi di culto e centri culturali islamici, faremo in modo che i sermoni nelle moschee siano in italiano e istituiremo un albo degli imam. Sono tutte misure contenute nella proposta di legge di FdI che il Pd ha affossato in questa legislatura».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 6 gennaio 2018

    Ben detto Sig. Lazzari, gia’ in altri miei interventi dissi ” Ti faro costruire una moschea quando sapro’ che ne tuo paese hanno costruito una chiesa cattolica ‘ ( che non brucerai dopo due mesi ). La Meloni li obblighera’ a blatterare in italiano, ma dopo le loro funzioni ci saranno gli incontri privati, chi li controllera’? Mi sono dilettato nel leggere il loro corano tradotto in inglese, non c’e’ ombra di dubbio che la loro legge e’ ” Islamizzare il mondo ” quindi la unica soluzione e che se ne tornino nei loro paesi d’origine nel piu’ breve tempo possibile, espulsioni in massa, sono delle mine vaganti in attesa di ordini per entrare in azione. Ma non lo vedete quello che sta succedendo principalmente in Europa? Colpiscono all’improvviso e se non li acchiappi in tempo faranno altri danni. Auguri per il 4 marzo mi auguro che tutti sappiano come votare per un Italia da prima in classifica, metaforicamente parlando.

  • piera.avere@gmail.com 5 gennaio 2018

    sono d’accordo con Giampiero Mugelli. Rispedire tutti a casa . I musulmani che rimangono devono solo fare un figlio, non 4-5-6, perchè in questo modo non saremo sopraffatti

  • giampaolo.marchetti@yahoo.com 3 gennaio 2018

    Mi raccomando di mantenere!!

  • edgardo.fratti@alice.it 3 gennaio 2018

    Giorgia sei grande, Ti vedrei moto bene a ricoprire il posto di Ministro dell’Interno!!

  • giorgio.conti@unipr.it 3 gennaio 2018

    e perché non rimandarli finalmente a casa loro, cola’ potranno predicare quanto vogliono e nella loro lingua.

  • gallo.sabino@libero.it 3 gennaio 2018

    E come si fa a non essere d’accordo ? Il mio sostegno per la Signora Giorgia Meloni è sincero , fondato sulla stima , razionalmente sentita. Io sono sicuro che il CD vincerà alle prossime elezioni, E Giorgia MELONI merita, almeno, un Ministero molto importante! Abbiamo tutte le possibilità per vincere e non dobbiamo sprecarle. Ma la nostra vittoria deve introdurre una grande novità nella politica italiana! Dobbiamo unire gli italiani. Con la razionalità dei nostri programmi , con la convinzione che tutti gli italiani dovranno essere fieri di essere tali. Dovremo fare in modo da cancellare l’odio politico ed introdurre il confronto chiaro, onesto, razionale ,per ottenere delle conclusioni condivise e costruttive. Dobbiamo riunire il nostro popolo ,sotto la bandiera che ha sempre distinto il nostro Paese e che è costata tanti sacrifici ,tante lacrime , tanto sangue! Dovremo essere severi e rigorosi con tutti coloro che, pur essendo definiti “italiani sulle carte” , si comportano da delinquenti con gli altri italiani. Ed , egualmente con gli altri , quelli che non meritano la nostra ospitalità.
    La mia stima per SILVIO BERLUSCONI non è mai diminuita nel tempo e sono sicuro che anche lui sente una grande stima per GIORGIA MELONI! Sono due politici che meritano questa definizione ! Ci sono tanti altri politici veri , “dalla Nostra Parte” , che meritano egualmente molta stima ! Dobbiamo vincere, cari amici! Dobbiamo vincere ,per ristrutturare l’Italia, per riportarla in prima fila nel Mondo. L’Italia è un grande PAESE e deve essere ai primi posti per orientare non solo la politica interna , ma anche la politica della UE , insieme ad altri Paesi convinti della necessità di UNA PATRIA GRANDE E CIVILE ! Che RIUNISCA TUTTE LE PATRIE EUROPEE , nessuna delle quali dovrà perdere il nome ed il significato di “PATRIA PRIMA” ! E nessuna altra “VOCE” dovrà interferire nella nostra “PATRIA PRIMA” ed in quella “PATRIA COMUNE”.

    • yeti.bianco@live.com 5 gennaio 2018

      Mi sembra assolutamente corretto

  • giancarlo.govoni@tin.it 3 gennaio 2018

    Ok sono d’accordo

  • edy2012@libero.it 3 gennaio 2018

    potevano svegliarsi prima. In Francia da anni c è l obbligo di tenere i sermoni nella lingua nazionale.

  • davidepierco@tiscali.it 3 gennaio 2018

    Ben venga, e’ noto a tutti che i soldi arrivano dai paesi salafiti e wahabiti perche’ per loro e’ importante avviare l’islamizzazione coatta e in sordina del mondo, quando poi si svegliano di colpo il gioco e’ fatto, siamo un altro paese degli Emirati Arabi.

  • info@francione.it 3 gennaio 2018

    Brava Giorgia, ti vogliamo ministro dell’Interno. Buon Anno

  • caput.enrico@gmail.com 3 gennaio 2018

    Bravissima Giorgia:finalmente regole chiare e ineludibili!

  • adriano.agostini@fastwebnet.it 3 gennaio 2018

    Come fanno gl ebrei nelle sinagoghe, i Valdesi e i Presbiteriani e qualsiasi praticante di qualsiasi religione. Ha perfettamente ragione.

  • 3 gennaio 2018

    In ogni modo meno ce ne sono e meglio è per l’Italia.
    Per loro ogni processo di integrazione è sempre quello di imporre il loro credo con ogni mezzo.
    Quindi che andassero a predicare nei paesi musulmani.

  • belotticristina@gmail.com 3 gennaio 2018

    È solo un palliativo! Mandiamoli tutti a casa loro e basta !

  • giuseppe_l_aprile@libero.it 3 gennaio 2018

    Sono un elettore moderato. Mi sembrano proposte equilibrate e di buon senso, di molto probabile efficacia. Io le voterei.

  • covellaf@aol.com 3 gennaio 2018

    Cara Giorgia, Davvero ero convinto che con voi/noi al governo gli imam avrebbero fatto tutti fagotto, magari un po’ alla volta e dentro poco non c`e ne rimarrebbe rimasta neppur l`ombra, ai musulmani bisogna dare democraticamente due possibilita’ cambiar religione o lasciare il Paese. Tornar la dove esiste la goduria di farsi schiavizzare.

  • lazzarivalter@yahoo.it 2 gennaio 2018

    Da che mondo è mondo alla base di ogni normativa v’è la “RECIPROCITA'” !!! Quando concederemo l’apertura di moschee, ok prediche in italiano e tutti i controlli possibili e immaginabili, MA SOLO CONTRO ANALOGO PERMESSO DI APERTURA CHIESE CRISTIANE/CATTOLICHE NEI VARI PAESI ISLAMICI/ARABI??? MA vi pare che abbia senso concedere qui da noi quello che non è permesso a noi là da loro?????? QUAL’E’ IL SENSO DI ANDARE SOLO IN UNA DIREZIONE???? Proprio nessun senso!!!!!

  • josep.porta999@gmail.com 2 gennaio 2018

    Molto meglio sarebbe rispedire a casa sua tutti coloro che non hanno diritto di restare in Italia e sono tanti… Anzi troppi