Gerusalemme capitale di Israele: e Al Qaeda esorta a uccidere ebrei e americani

Ancora un invito all’odio e un’esortazione a uccidere in nome dell’odio: e ancora una volta l’istigazione a terrorizzare e seminare sangue e morte arriva da Al Qaeda che con un appello rivolto ai musulmani – «ovunque di trovino» – incita a «sollevarsi» e «uccidere» ebrei e americani in risposta alla decisione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

L’appello di Al Quaeda contro ebrei e americani

Un invito all’odio e un appello a uccidere lanciati da un leader di al-Qaeda nella Penisola Araba (nota con l’acronimo in inglese Aqap), Khalid Batarfi, il quale ha definito la mossa di Trump «una dichiarazione di una nuova guerra giudaico-crociata». In un video lungo 18 minuti e intitolato Il nostro dovere nei confronti della nostra Gerusalemme, di cui dà notizia sul proprio account Twitter Site Intelligence Group, un’organizzazione che monitora le attività dei gruppi jihadisti sul web, Batarfi ha sottolineato che ogni musulmano ha il dovere di «liberare la città santa».

Di più: «Nessun musulmano ha il diritto di cedere Gerusalemme, qualunque…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi