Germania, è di nuovo Grosse Koalition. È un esito che premia la destra di AfD: ecco perché

venerdì 12 gennaio 17:51 - DI Tito Flavi

La Germania torna al passato. La Merkel e Schulz sono obbligati a governare insieme e la Grosse Koalition si farà. Cdu-Csu e Spd si sono infatti accordati per superare gli scogli che da settimane incagliavano le trattative, ovvero tasse e migranti. Non verrà aumentata l’aliquota massima di imposta, come invece chiedeva l’Spd, e sarà permesso il ricongiungimento familiare dei migranti al ritmo di 1000 persone al mese.

“Credo che riusciremo a formare un governo entro Pasqua a condizione che il congresso Spd dia il suo consenso e che sia mantenuta la velocità che abbiamo raggiunto durante questi colloqui esplorativi”, ha detto il leader dei cristiano-sociali bavaresi, Horst Seehofer. Il suo partito ha condiviso l’accordo all’unanimità.

Tutto torna come a prima delle elezioni? Non sarà così semplice, perché a questo punto il gruppo parlamentare della destra di AfD diventa il primo partito di opposizione: come tale, i suoi rappresentanti interverrebbero nei dibattiti al Bundestag subito dopo il relatore del governo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *