Genova, fiamme in un istituto per disabili: paziente muore carbonizzato

Forse una sigaretta all’origine del rogo. Forse la scoperta delle fiamme arrivata quando già non c’era più niente da fare. Forse uan tragica fatalità e basta: di certo c’è che un uomo di 49 anni, ricoverato in un istituto per anziani e disabili di Genova, è morto carbonizzato la notte scorsa per un incendio che si è sviluppato all’interno del bagno di un reparto della struttura.

Genova, fiamme in un centro per disabili

La tragedia è avvenuta intorno alla mezzanotte, nel centro in via Berghini sulle alture di San Fruttuoso. Sul caso è stata aperta un’indagine, e degli approfondimenti sono stati incaricati gli agenti del reparto volanti della polizia di Genova. Gli inquirenti al lavoro sulla tragedia costata la vita all’uomo ospite della struttura stanno cercando di ricostruire la dinamica dei fatti e di chiarire le cause del rogo che, non si esclude, potrebbe essere divampato a causa di una sigaretta: a quel poco che trapela al momento, l’uomo, in sedia a rotelle, stando alle prime ipotesi avanzate, si sarebbe recato al bagno per fumare. La prima ad accorgersi che quella stanza era invasa dalle fiamme e dal fumo è stata un’infermiera che ha immediatamente tentato di soccorrere la vittima spegnendo il fuoco con un estintore, ma già allora per il 49enne non c’era più nulla da fare. All’arrivo sul posto del 118 e dei vigili del fuoco, la struttura è stata immediatamente evacuata, e per sicurezza una parte dell’istituto è stata interdetta e circa una decina di pazienti sono stati allontanati e ricoverati altrove.