Fabio Fazio nella bufera: l’intervista ad Hamilton è costata un occhio della testa

mercoledì 10 gennaio 12:21 - DI Roberto Mariotti

Aveva disperatamente bisogno di salire negli ascolti, Fabio Fazio. Quei flop, quelle sconfitte che Mediaset gli aveva inflitto e persino lo schiaffo di Giletti, l’avevano messo in una posizione di assoluta debolezza. Occorreva investire in qualcosa. E l’investimento c’è stato. Infatti la puntata di Che tempo che fa del 17 dicembre scorso ha fatto schizzare gli ascolti E questo grazie al campione di Formula Uno Lewis Hamilton che si è messo a suonare il pianoforte. Ma la performance è stata realizzata a suon di quattrini.

Fabio Fazio e il cachet per Lewis Hamilton

Circa venticinque minuti pagati un botto, che fanno ricadere Fazio nella bufera. Come riporta Motorsport, in un articolo firmato dal direttore Franco Nugnes, al big dell’automobilismo è stato concesso un cachet di 150mila euro. «La volete sapere l’ultima sulla Rai? La partecipazione di Lewis Hamilton a Che tempo che fa, il programma condotto da Fabio Fazio in prima serata su Rai 1, che è andata in onda nella puntata del 17 dicembre scorso – si legge – sarebbe costata 150mila euro! L’inglese, quattro volte campione del mondo, ha snobbato i tradizionali appuntamenti di fine anno come l’Autosport Award a Londra o la Festa dei Caschi di Autosprint a Bologna, (ha solo presenziato alla premiazione della Fia a Versailles) preferendo staccare la spina con il mondo delle corse. Lewis, infatti, aveva rifiutato una presenza alla Bbc, la tv di casa inglese, ma non ha detto di no all’Officina, la società che collabora con la Rai alla realizzazione di Che tempo che fa». La Rai balbetta, sarebbe stata la società di produzione a pagare l’ingaggio richiesto dall’ospite. Già era successo, sempre da Fazio. ma per un ministro (naturalmente di estrema sinistra), il greco Yanis Varoufakis, che per farsi intervistare aveva ottenuto un cachet da 24mila euro, più volo in prima classe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *