Fabio Fazio, è panico in Rai: lo share di “Che fuori tempo fa” crollato sotto il 10%

martedì 23 gennaio 13:34 - di Redazione

Fabio Fazio getta nel panico la Rai: lo share di Che fuori tempo fa, la trasmissione in seconda serata del lunedì su Raiuno è crollata al di sotto del 10 per cento. Evidentemente, i telespettatori  italiani non sopportano di vedere Fazio per due serate di seguito, la domenica e, appunto, il lunedì.  Dall’inizio dell’anno a oggi è un calo costante di ascolti. La prima puntata del 2018 aveva ottenuto il 18%Poi, alla puntata successiva, Fazio cala di 4 punti percentuali: 14%.  Ma sono le notizie di oggi ad essere assai inquietanti. Un risultato semplicemente catastrofico: lunedì 22 gennaio Fazio  è crollato al 9,57 per cento. Cifre che gettano nel panico gli inserzionisti. A questo punto i dirigenti Rai si dovrebbero chiedere se valeva davvero la pena gratificare il potere renziano alla Tv di Stato promuovendo Fazio sulla Rete Ammiraglia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo 24 gennaio 2018

    Avete presente quanti soldi si prende semplicemente per le cretinate che dice lui e quella stupida della letizzietto che pure pagano profumatamente.io farei pagare lei per poter andare in rai

  • Oliver 24 gennaio 2018

    Se la Rai fosse un servizio pubblico ( per me non lo è) dovrebbe essere a carico di tutti i contribuenti
    come la scuola e la sanità e non solo di chi possiede un televisore.Quindi niente più canone, niente più pubblicità e niente più Fazio e compagni

  • Sabry Serugeri 24 gennaio 2018

    Il VOMITO

    • Nico 24 gennaio 2018

      Il televisore se vuoi lo compri, se no non lo compri, e comunque il canone oggi e’ abbinato alla bolletta Enel, per cui lo pagano tutti.

  • Antonio Daniele 24 gennaio 2018

    La RAI continua a gratificare personaggi che non hanno alcun valore nè artistico nè culturale,sempre gli stesse facce,le stesse stupidaggini iprogrammini popolari che si ci devono essere ma non così numerosi ,niente commedie di grandi autori italiani (Govi,DeFilippo,PirandelloEtc) niente film italiani di autoreTelegiornali con le stesse notizie x 3 giorni di seguito,PAGHIAMO IL CANONE MA LA PUBBLICITA’ PERSISTENTE NON CI PERMETTE MAI DI VEDERE UNO SPETTACOLO X INTERO PERCHE’ il tempo di PROGRAMMAZIONE SI PROTRAE SINO A TARDI X LA IMPERVERSANTE PUBBLICITA’.DIRIGENTI RAI FATE COME IN FRANCIA,LA PUBBLICITA ALL’INIZIO NELL’INTERVALLO o ALLA FINE:MODERNIZZATEVI!

  • Flavio Trevisan 23 gennaio 2018

    Non vedevo l’ora che la RAI prendesse un’altra cantonata per dare retta al PD. Mi dispiace perché i soldi li prenderà’ comunque vadano le cose

  • Walter 23 gennaio 2018

    Tanto paghiamo noi

  • Franco Prestifilippo 23 gennaio 2018

    La stessa fine del PD!!! La TV è dei cittadini Italiani e non dei singoli.

    • Marisa Cipri 25 gennaio 2018

      Vedremo . Io fossi in lei non sarei tanto sicuro di quello che scrive.

    • CESARE PREVEDINI 27 gennaio 2018

      Non male questa del Signor Prestafilippo..! Non so cosa Fazio c’entri con il PD, ma certamente non è amico di Renzi. Anzi mi sembra che faccia parte di quella congrega di opinionisti da serata, che la Riforma bocciata il 4 Dicembre del 2016 e il sistema elettorale con ballottaggio avrebbe eliminato. Ma nasturalmentevquesti corvi come Prestafilippo non perdono occasione. Auguriamoci che gli elettori li smentiscano

  • Rina Saponaro 23 gennaio 2018

    Si commenta tutto da solo…

  • Nadia locatelli 23 gennaio 2018

    La giusta condanna per avere lasciato andare via GILETTI

  • Giuseppe Tolu 23 gennaio 2018

    Se ne sbattono altamente in rai, mica pagano loro

  • Luisa Chiodini 23 gennaio 2018

    Fazio è inguardabile. Il suo comportamento appare sempre più spocchioso tipico della mezza figura di uomo comunque miliardario che vuole tenere il profilo basso, atteggiamento preferito dai sinistri ma con relativo portafoglio ben piantato a destra. Squallida figura sempre uguale a se stessa circondata da una corte di giullari proni verso questo omettino da nulla senza alcun valore aggiunto.
    La RAI rifletta e la smetta di essere così asservita a questa pseudo sinistra del cavolo. Cerchi poi di avere più rispetto per i quattrini che noi cittadini versiamo a questo carrozzone e se una trasmissione non rende abbia il coraggio di chiuderla abbassando vistosamente i compensi elargiti a tutta una serie di personaggi strapagati. Fazio potrebbe essere il primo di una lunga lista.

  • fab rogers 23 gennaio 2018

    QUESTA SI CHE E’ UNA BUONA NOTIZIA, LA FAZIOSITA’ IN DISGRAZIA ? O IL PUBLICO SI SVEGLIA.