Esquilino, commercianti cinesi aggrediscono vigili che fanno le multe

mercoledì 24 gennaio 14:23 - di Redazione

Erano impegnati a fare multe alle auto in doppia fila in via Carlo Alberto, a Roma, zona Esquilino, quando sono stati aggrediti da tre commercianti cinesi. E’ successo ieri pomeriggio ad alcuni agenti del Gruppo Centro della Polizia di Roma Capitale. Gli agenti erano intenti a sanzionare alcuni veicoli fermi, al civico 27, quando da un negozio è uscito un uomo di nazionalità cinese che ha iniziato a protestare animatamente e ad inveire contro i vigili. L’uomo è stato poi spalleggiato dalla moglie e dalla figlia e la situazione è degenerata: dalle parole grosse i commercianti cinesi sono passati agli spintoni fino ad un vero e proprio tentativo di aggressione: a quel punto gli agenti hanno rapidamente messo i tre in condizioni di non nuocere, portandoli prima presso il comando e poi presso il centro di fotosegnalamento della Questura per l’identificazione. Questa mattina i tre sono comparsi davanti all’Autorità Giudiziaria per essere giudicati con rito direttissimo.  Sempre ieri pomeriggio la Polizia Locale ha denunciato due persone: nel primo pomeriggio, a Piazza Trevi, un venditore abusivo, in stato di ubriachezza che ha reagito al sequestro della merce tentando la fuga per sottrarsi al fermo; poco dopo gli agenti hanno fermato in via Dei Fori Imperiali due uomini di nazionalità rumena che avevano palpeggiato e aggredito due ragazze statunitensi. I due sono stati portati insieme con le due vittime presso il comando di via della Greca dove uno dei due è stato denunciato per molestie sessuali.
”Quanto accaduto ieri in via Carlo Albero in zona Esquilino è gravissimo, alcuni agenti della Polizia Locale impegnati nel loro lavoro mentre sanzionavano automobili in doppia fila, in un quadrante rinomato per carichi e scarichi di merci in orari non consentiti , sono stati aggrediti da commercianti cinesi. Alcuni degli agenti sono stati portati in ospedale poiché feriti e ritenuti inabili al servizio per trenta giorni”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Stefano Tozzi capogruppo nel I Municipio. “Siamo di fronte all’ennesimo episodio di violenza nei confronti del personale del Corpo e ancora una volta come Fratelli d’Italia sottolineiamo l’esigenza di dotare la Polizia Locale dei dovuti indennizzi, tutele ed equipaggiamento idoneo a svolgere attività spesso sensibili, come le operazioni di sgombero all’interno dei campi rom o di edifici occupati” concludono.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • pietro 25 gennaio 2018

    Il fatto che ci siano pochi parcheggi, non autorizza il cittadino ad aggredire chi ha il compito/dovere di far rispettare le norme. Specie da parte di chi si dovrebbe integrare alla nostra cultura e normative. In Cina non lo avrebbero certo fatto, perchè sarebbero spariti in galera.

  • risso stefano 25 gennaio 2018

    La polizia locale, dovrebbe essere non equiparata all’impiegato comunale ma, dovrebbe essere molto più vicina alla Polizia di Stato. Auguriamoci che questo nuovo governo di centrodestra possa mettere mano alla legislazione piu’ opportuna

  • rinaudo marco 25 gennaio 2018

    La causa di queste intemperanze da parte dei cittadini cinesi , sono da addebitare al governo. Ha tutti hanno dato la possibilité” di avere Una macchina senza pensare di. Fare prima i parcheggi. E’ ovvio Che la gente non voglia pagare contravvenzioni. Ogni giorno consentono allé televisioni di sparareSpot per comprare la maccina e’ poi fanno fare le multe. Siamo un passe strano