Elezioni politiche, scaduti i termini: 103 i simboli depositati al Viminale

Sono 103 i simboli presentati al Viminale dai partiti e dai movimenti politici in vista delle prossime elezioni politiche per il rinnovo del Parlamento il prossimo 4 marzo. Tra gli ultimi a presentare il contrassegno Fratelli d’Italia e Partito democratico. Si tratta  rispettivamente dei contrassegni numero 97 e 98. I due partiti erano tra quelli che ancora mancavano all’appello in vista della scadenza per la presentazione dei contrassegni fissata alle 16 di oggi. Nel corso del pomeriggio hanno presentato il simbolo anche “Italia Madre” di Irene Pivetti, “La Luce del Sud”, “No riforma forense”, Psdi e “Movimento gente onesta”.

I loghi dei partiti

Sulle bacheche del piano terra in mattinata erano già esposti alcuni dei loghi dei partiti più importanti: Movimento 5 Stelle, Lega Nord, Casapound, Potere al popolo, Insieme, Svp, Italia agli Italiani (Forza nuova), Liberi e Uguali, Energie per l’Italia, Forza Italia, +Europa, Civica Popolare, Noi con l’Italia, Pri-Ala. Per i collegi esteri di Camera e Senato è stato poi depositato un simbolo di coalizione di Lega Nord, Fi e FdI con i cognomi di Salvini, Berlusconi e Meloni indicati nel tondo.

Dimezzati i simboli

Per questa tornata elettorale sono praticamente dimezzati anche per il nuovo sistema elettorale il numero dei simboli presentati al ministero dell’Interno. Cinque anni fa, in occasione della elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 furono in totale 219 i simboli presentati. Ne furono poi ammessi 169. Inizia ora l’ attività istruttoria degli uffici del Viminale per integrazioni che potrebbero essere richieste nelle prossime 48 ore.