Ecco la Befana del governo in arrivo per gli italiani: 320.000 cartelle fiscali

Arriva il regalo della Befana del governo a trazione Pd per gli italiani. Dopo il congelamento-beffa di Natale, riparte, infatti, l’invio delle cartelle fiscali con le richieste di pagamento da parte della Agenzia delle Entrate.

Da lunedì 8 gennaio, secondo quanto disposto da un provvedimento degli uffici dell’ente di riscossione, circa 305mila cartelle fiscali saranno recapitate ai contribuenti italiani.

Dal 23 dicembre al 7 gennaio, infatti, era prevista la spedizione di circa 320mila cartelle fiscali che, invece, sono state, temporaneamente, congelate, ad eccezione di circa 15.000 casi considerati inderogabili e che sono stati comunque notificati, per la maggior parte attraverso la Posta elettronica certificata.

L’obiettivo era quello, secondo l’Agenzia delle Entrate, di “non creare inutili disagi durante le festività natalizie evitando il recapito di richieste di pagamento in questo periodo particolare dell’anno”.

Smaltito il panettone, ora gli italiani – i più tartassati d’Europa – dovranno mettere mano al portafogli. E, insieme ai vari rincari in arrivo, saldare i conti con l’Agenzia delle Entrate.

Secondo i rilevamenti trimestrali dell’Istat nel terzo trimestre del 2017 la pressione fiscale è stata pari al 40,3 per cento. E proprio oggi la Cgia di Mestre ha fatto il quadro dell’evasione fiscale nel Paese: sebbene sia diminuita di oltre 6 miliardi di euro rispetto all’anno precedente, in Italia vi sono 93,2 miliardi di euro di imponibile evaso imputabili direttamente alle imprese e alle partite Iva. Dal punto di vista geografico a guidare l’evasione fiscale è il Sud.