Di Maio “premia” l’esagitato che gridò a Berlusconi: «Fatti processare» (video)

Il M5S di Luigi Di Maio candida l’uomo che insultò Silvio Berlusconi in tribunale. I fatti erano accaduti nell’aula del tribunale di Milano dove si stava svolgendo il processo Sme e risalgono al 5 maggio 2003.  Silvio Berlusconi stava uscendo dall’aula, a quel punto Pietro Ricca cominciò a gridare: «Buffone! Buffone! Fatti processare!». Quell’urlo, che fece il giro delle tv, trasformò Ricca, fino a quel momento un blogger tra i tanti, in un personaggio. Ora il M5S, come riporta Libero, ha deciso di candidarlo: correrà a Milano città, per un seggio in Senato.

Pietro Ricca e la contestazione a Berlusconi

Per la contestazione al tribunale di Milano Ricca fu processato: nel febbraio 2005 venne condannato dal giudice di pace a pagare 500 euro, ma la sentenza fu poi annullata con rinvio dalla Corte di Cassazione. Nel novembre del 2006, poi, il giudice di pace di Milano definitivamente lo assolse.
Ricca non si è scontrato solo con Berlusconi. Celebre il suo diverbio con Emilio Fede al Circolo della Stampa di Milano o la contestazione solitaria a Giulio Andreotti nel giugno 2006 all’Università Bicocca di Milano. Un altro suo bersaglio è stato Vittorio Sgarbi: secondo Piero Ricca non era opportuno che ricoprisse la carica di assessore al Comune di Milano. Grillo lo notò quasi subito: «Gente come Ricca fa paura, non perché sia un terrorista, ma per l’esatto contrario». Ora arriva la candidatura “premio” a Milano.