Da veggente a showgirl transgender: Sveva Cardinale finisce in galera

Prima la veggente, poi la showgirl transgender. La sua storia finisce nel peggiore dei modi: in carcere. Sosteneva di vedere la Madonna e scattava il raggiro. Secondo l’accusa, beccava fior di quattrini. Ma anche denunce. A finire nei guai è Paola Catanzaro, ex veggente quarantaduenne. È diventata famosa  quando ha cambiato sesso (passando da uomo a donna) e si è trasformata in una showgirl transgender con il nome d’arte Sveva Cardinale. Del caso se ne sono occupate anche Le Iene. Stando alle accuse mosse, avrebbe ingannato diverse persone con il sovrannaturale.

La showgirl transgender avrebbe agito con il marito

La showgirl transgender deve ora rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie di truffe in concorso con il marito, Francesco Rizzo, che si trova ai domiciliari e con altre sette persone.  Le vittime fino a questo momento “accertate” dagli investigatori sono nove. Avevano rivelato come stavano, quali erano i loro problemi,  perché vivevano nell’angoscia, E versavano denaro illudendosi di avere miglioramenti. Hanno finito, sostengono, per perdere denaro per un totale stimato di 4 milioni di euro.