Catherine Deneuve? Sulle molestie ha detto cose sante. Parola di Berlusconi

giovedì 11 gennaio 18:56 - DI Giovanni Trotta

Catherine Deneuve ha detto cose sante…”. Ospite di Porta a Porta, Silvio Berlusconi condivide la lettera-appello dell’attrice francese sul caso Weinstein. “È naturale che le donne siano contente che un uomo faccia loro la corte. Io non sono molto pratico perché sono sempre le donne a farmi la corte… l’importante è che la corte rimanga nell’eleganza”. Lo ha detto Silvio Berlusconi commentando la lettera-appello di Catherine Deneuve alla luce del caso Weinstein. Purtroppo il caso delle molestie, riprovevoli da ogni punto di vista, sempre più spesso è usato come una clava dagli oppositori politici per colpire oltre che Berlusconi, anche Donald Trump, accusato da molte donne di presunte molestie avvenute anni e anni fa e ritornate miracolosamente alla memoria soltanto adesso. Per questo dal palco dei Golden Globes la protesta delle cosiddette donne in nero contro le molestie sessuali arriva a Capitol Hill. Alcune democratiche – ovviamente – infatti stanno esortando le colleghe a vestirsi in total black il prossimo 30 gennaio, quando Donald Trump salirà al Congresso per pronunciare il discorso sullo stato dell’Unione. Una protesta con cui si vuole “mostrare solidarietà alle vittime di molestie e violenze sessuali ad Hollywood, nella politica, l’esercito, l’università”. Giustissimo, ma perché la protesta è indirizzata proprio contro Trump?
(foto srf.ch)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *