Caserta, straniero ubriaco spara ai carabinieri con una pistola giocattolo

Ubriaco in strada estrae una pistola, la punta contro i carabinieri, esplode tre colpi nel corso di una colluttazione al termine della quale viene finalmente disarmato. E si scopre che la pistola era un giocattolo. È successo a Teano, in provincia di Caserta, dove i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato per lesioni, resistenza e violenza aggravata a pubblico ufficiale un cittadino della Repubblica Ceca, M.J., di 25 anni, in Italia senza fissa dimora.

Lo straniero spara con una pistola giocattolo

I militari, allertati dalla centrale operativa della compagnia di Capua, sono intervenuti in via Ferrovia dove hanno sorpreso l’uomo in evidente stato di ebbrezza, che barcollava al centro della carreggiata creando pericolo per la circolazione stradale. Il 25enne, alla vista dei carabinieri, ha estratto la pistola puntandola contro i militari e urlando frasi incomprensibili. Nonostante fosse stato invitato ripetutamente a gettare l’arma, M.J. ha continuato con le sue minacce arma in pugno.

L’intervento dei carabinieri

Il ceco è stato quindi bloccato e immobilizzato dai militari a seguito di una breve colluttazione nel corso della quale, al fine di divincolarsi, ha esploso tre colpi. L’arma, risultata essere un giocattolo, era priva del tappo rosso ed è stata sequestrata insieme a tre cartucce. M.J. è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.