Caserta, si è ucciso dopo aver sparato alla moglie l’uomo barricatosi in casa

Prima ha ucciso la moglie, poi ha iniziato a sparare dal balcone, almeno 15 colpi. Alla fine, dopo essersi barricato in casa, si è tolto la vita sparandosi. Scene da far west a Bellona, in provincia di Caserta. Tutto è iniziato nel pomeriggio. L’omicida-suicida Davide Mango, 47 anni, aveva detto alle forze dell’ordine presenti in strada di aver di aver ammazzato la moglie e poi aveva iniziato a esplodere colpi contro i passanti, ferendone 4. Tra questi anche il comandante dei Carabinieri della stazione di Vitulazio, luogotenente Crescenzo Iannarelli, intervenuto sul posto insieme con una cinquantina di militari dell’Arma. Il 47enne avrebbe puntato l’arma anche contro la figlia 14enne che però è riuscita a fuggire dall’abitazione. Tre delle persone ferite dal balcone, nessuno in maniera grave, si sono recate al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta per le cure. La quarta persona ferita è il comandante Iannarelli, colpito solo di striscio. Dopo aver sentito il colpo di arma da fuoco con il quale Mango si è tolto la vita, i Carabinieri hanno fatto irruzione all’interno dell’abitazione trovando anche il corpo senza vita della moglie. La figlia è invece riuscita a scappare dall’abitazione ed è stata portata in luogo sicuro.

(Foto Il Tempo)