Calenda provoca: “Da Salvini proposta fessa”. Matteo risponde per le rime

Il ministro dello sviluppo Carlo Calenda oggi era in vena di provocazioni. A Salvini il “premio per la proposta più fessa e irrealizzabile” perché  ha detto di voler mettere i “dazi come Trump“: questo  il tweet del Calenda che si crede spiritoso. “Tre anni a Bruxelles – continua acido il  ministro- a 20.000 euro al mese in Commissione Commercio e non sa che i dazi li può mettere solo l’Ue e che l’Italia ha un surplus commerciale superiore a 50 mld mentre gli Usa hanno un deficit di 500 mld. Obiettivo distruggere Made in Italy“.

Non si fa attendere la risposta di Salvini. E si tratta di una risposta particolarmente pepata ”Calenda? Il classico burocrate dipendente da Bruxelles, complice della chiusura di migliaia di aziende italiane a causa della concorrenza sleale di imprese straniere e delle regole idiote imposte da Bruxelles”.  Pensasse, Calenda, a proteggere il lavoro italiano invece di menare colpi all’impazzata nel dibattito politico.