Calcio, caos per i diritti tv. La Lega Serie A non assegna i pacchetti

È caos per i diritti tv della serie A. La Lega Serie A delibera di non assegnare nessuno dei cinque pacchetti, contenuti del bando domestico per i diritti tv per il triennio 2018-2021. Lo comunica la stessa Lega in una nota in cui si legge che “la Lega Nazionale Professionisti Serie A valutate le offerte presentate in data 22 gennaio 2018 e in data odierna all’esito della trattativa privata dichiara conclusa la suddetta procedura, senza alcun assegnazione di alcun pacchetto”. Sky Italia, si apprende da fonti vicine al dossier, avrebbe presentato un rialzo di 70 milioni arrivando a offrire 150 milioni per il pacchetti D1-D2, che consente la trasmissione delle partite di 12 squadre inclusa la Roma. Il rilancio sarebbe comunque al di sotto della base d’asta di 310 milioni, previsto dal bando. Ora le squadre di Serie A e l’advisor Infront dovranno aprire la busta contenente l’offerta dell’intermediario indipendente, Mediapro. Secondo indiscrezioni la società spagnola avrebbe messo sul piatto 900-990 milioni.