Buchi neri e rutti: bufera sulla Rai per le volgarità della Littizzetto (video)

L’ultima puntata di “Che tempo che fa” l’ha vista protagonista del solito monologo volgare sulla scrivania di Fabio Fazio dove, cercando di far ridere, Luciana Littizzetto parlava di scoperte scientifiche spaziali, facendo il verso dei rutti che, a suo dire, sarebbero espressioni fisiche dei “buchi neri” dell’universo. Ovviamente sui quei buchi neri s’è sbellicata di risate facendo fioccare faccine e doppi sensi con Fazio.

Tutto secondo copione, come quando qualche settimana fa la comica di Fazio dissertò a lungo sul tema della parola “suca”, che in Sicilia significa quello che immaginate ma che è stata utilizzata anche in una tesi di laurea…. eccetera eccetera. Il pubblico, a giudicare dagli ascolti, non sembra gradire né lei né Fabio Fazio, ma anche il Movimento Italiano Genitori (Moige) s’è mosso esprimendo pubblicamente le proprie perplessità per il frasario utilizzato, con soldi pubblici, dalla Littizzetto su RaiUno. «Questi termini utilizzati dalla Littizzetto non ci sembrano adatti sulla Rai e a maggior ragione sulla prima rete che per eccellenza è quella delle famiglie. Il suo linguaggio non è adatto alla rete e all’orario. La parolaccia ci può scappare nella battuta, non siamo dei bacchettoni pronti a puntare il dito. Il problema è quando diventa il centro dello sketch o il modo normale di interloquire in televisione. Un tempo la tv insegnava la lingua italiana ora l’involgarimento».

La Commissione di Vigilanza della Rai si muoverà o lascerà campo libero a Fazio, come sempre?

video con le battute sui buchi neri

 

video con le battute su “suca”