Brunetta asfalta Padoan: è lui l’unico rischio per i conti pubblici

Altro che proposta da fatina blu, la flat tax proposta dal centrodestra è una cosa seria e concreta. Renato Brunetta replica frontalmente all’ironia del ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, che il Pd ha blindato candidandolo nel collegio rosso di Siena.

Brunetta: Padoan è un rischio per i conti pubblici

«L’unico rischio per i conti pubblici, già devastati da 5 anni di sinistra al governo, sarebbe un altro mandato di Pier Carlo Padoan al ministero dell‘Economia e delle Finanze», scrive il capogruppo di Forza su Facebook rispondendo alle parole di Padoan che dai microfoni di Radio anch’io ha contestato la flat tax definendola un rischio per i conti pubblici. «L’eredità di Padoan è un debito pubblico monstre e un rischio di procedura di infrazione da parte dell’Unione europea se nella prossima primavera non verranno ridimensionati i disastri irresponsabilmente perpetrati in questi anni. La nostra flat tax è una proposta seria, concreta, completamente coperta – spiega Brunetta – e che farà ripartire l’economia italiana. Il centrodestra al governo farà l’esatto contrario del duo Renzi-Padoan, ridaremo speranza e fiducia al Paese». La flat tax (tassa piatta) è uno dei capisaldi del programma elettorale del centrodestra. «Non vorrei dare un dispiacere a chi ama occuparsi solo dei ricconi – ha spiegato Giorgia Meloni illustrando il progetto – ma, a differenza di quello che ha fatto Renzi al governo, la proposta del centrodestra avvantaggia soprattutto le fasce medio basse della popolazione. Prevede, infatti, una estensione  della no tax area a 12 mila euro annui e una tassa unica per tutti gli altri redditi, in modo da far anche emergere e tornare in Italia l’enorme parte di ricchezza oggi non tassata».