«Boldrini, Mogherini e Bonino col velo offendono le donne»: parola di musulmana (video)

Ma che bella lezione quella di Kawtar Barghout durante la trasmissione “Omnibus”. Quante “legnate” alla Boldrini, Mogherini, Bonino, le “donne velate” la loro voglia di “sottomissione”! Lei è nata in Marocco e da due anni è arrivata in Italia, iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza e a 24 anni ha deciso di chiedere la cittadinanza italiana, senza bisogno dello Ius Soli, che ritiene una sciocchezza come ebbe a dire in un’intervista tempo fa. Ora , ospite su La 7, è andata giù duro contro le buoniste nostrane. “Coprirsi con il velo è un’offesa alle donne“. Un atto offensivo.

In studio lo spunto è stato fornito dall’immagine della ragazza iraniana arrestata per avere protestato senza velo. Cosa che stanno facendo tante ragazze in Iran in nome della libertà e dei diritti, senza che le nostre donne delle istituzioni sembrano ignorare. E ha detto la sua.  “Da donna araba Boldrini, Mogherini e Bonino con il capo coperto fanno un grande danno”, ha detto Kawtar Barghout. “Se ti sottometti manchi di rispetto ai tuoi ideali. E manchi di rispetto alle lotte per i diritti delle donne che vivono lì”. Colpite e affondate in due battute. Non finisce qui. Barghout – rappresentante dell’associazione Stop radicalizzazione- ha criticato aspramente un altro episodio che vergognosamente ci ha messo in un posizione di sudditanza psocologica: ha attaccato  la decisione (in passato) di coprire le statue quando sono arrivati in Italia esponenti di paesi islamici. Ma è soprattutto contro il buonismo della sinistra che si copre il capo che se la prende: “Quello che fanno è molto grave, puliscono le proprie scarpe su quello che hanno fatto le donne arabe nel mondo arabo. È inaccettabile. È ora di smetterla. Mi sento offesa”. Non è rispetto, ma “una offesa” coprirsi il volto quando si va in un paese islamico.