Berlusconi: «Non sarò nel prossimo governo, farò il suggeritore»

Un Berlusconi in gran forma è quello che interviene a Matrix. Così il leader di Forza Italia descrive quello che potrà essere il suo ruolo in futuro governo di centrodestra: «Le ricordo che io sono un incandidabile e quindi non farò parte del prossimo governo in caso di vittoria del centrodestra. Il regista è una parola grossa, farò il suggeritore e vigilerò da fuori…». Berlusconi smentisce anche che stia pensando a un governo di larghe intese con il Pd: «Non faremo il governo insieme al Pd. Siamo troppo distanti sui valori e sui programmi. Il centrodestra avrà la maggioranza assoluta sia alla Camera che al Senato. Ora FI è al 18,1% e mi pongo il traguardo del 25%, in modo che la coalizione arrivi al 45%». Con una scrollata di spalle, il Cav replica poi alla critica di Renzi di rappresentare un «pericolo, non per la democrazia , ma l’economia»: «Stupidaggini cui non vale nemmeno la pena rispondere». Infine una proposta in tema di giustizia: «Vorrei mutuare dal sistema giuridico Usa l’introduzione della cauzione per reati non di sangue».