Augusta, insultato e pestato a sangue a 20 anni perde l’uso di un occhio

Perde l’uso di un occhio dopo essere stato pestato a sangue da un suo coetaneo in piazza ad Augusta. Un ragazzo di 23 anni ha preso di mira un ventenne e ha iniziato prima ad offenderlo e poi a picchiarlo selvaggiamente. La vittima è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Umberto I di Siracusa. Nonostante un delicato e lungo intervento chirurgico oculistico il ventenne purtroppo ha perso l’uso di un occhio. Come ricostruisce il Giornale di Sicilia, l’aggressore è un augustano di 23 anni che è stato individuato e arrestato, in flagranza per lesioni personali gravissime.

Perde un occhio, la ricostruzione

I militari hanno ricostruito l’accaduto. Il 23enne era a bordo della sua autovettura in compagnia di un suo amico, appena ha notato una comitiva di ragazzi che chiacchieravano fra loro in una piazza, è sceso dal mezzo e ha iniziato a prendere in giro uno dei ragazzi apparentemente senza motivo. Non soddisfatto, ha cominciato ad inveire anche contro un altro membro della comitiva, lo studente di 20 anni. Prima ha cominciato con piccoli schiaffi al volto, poi lo ha deriso e insultato. La vittima ha sopportato tutto senza replicare. Poi ha iniziato a colpire lo studente al volto con violenti pugni. La vittima ha tentato alla fine di reagire, ma era troppo tardi. Il bullo è scappato via. Ma è stato presto rintracciato dai carabinieri nella stessa piazza in cui era avvenuta l’aggressione.