Anziana ricoverata: i nomadi le devastano la casa e la minacciano

Occupazioni selvagge, violenza, aggressività nei confronti di chi è più debole. La vittima, per l’ennesima volta, è un’anziana ricoverata in condizioni non sono certo buone. Costretta a vivere nel terrore per le notizie che le arrivano pure nel letto dellì’ospedlae. Vogliono la sua casa popolare e la minacciano. Nella sua zona, a Milano, comandano i nomadi. E con loro (anzi, con il loro gruppo) non si scherza, le occupazioni ci sono ogni giorno. La sinistra che tace, si gira dall’altra parte. La vicenda è finita nella cronaca dei quotidiani locali e ora sta diventando un caso.

Gli abusivi hanno approfittato dell’assenza

L’anziana ricoverata al Pio Albergo Trivulzio ora teme di perdere l’abitazione. La settimana scorsa gli abusivi hanno approfittato della sua assenza e sono entrati nell’appartamento per occuparlo. Fortunatamente sono intervenuti subito i figli e la nipote della donna, avvisati dai vicini, e hanno sventato il peggio. Poi però, come si legge sul Giornale, i violenti sono tornati hanno devastato i locali. Per intimidire.

Come hanno ridotto la casa dell’anziana ricoverata

I danni ci sono stati. Hanno persino rubato la televisione e la lavatrice. E poi hanno spaccato i mobili, hanno gettato gli oggetti sul pavimento, hanno svuotato i cassetti, hanno imbrattato le pareti con lo spray. Adesso l’anziana ha il terrore di tornare in casa sua. Teme che ci sia un nuovo tentativo di occupazione. I residenti non ne possono più delle prevaricazioni che continuano ad accadere e chiedono un presidio fisso delle forze dell’0rdine.