Anche i più feroci nemici di Trump costretti a lodare la sua riforma fiscale

Donald Trump ha finalmente conquistato un posto tra le élite globali, che l’avevano sempre snobbato quando era imprenditore, e criticato per mesi una volta arrivato alla Casa Bianca, grazie al fascino dei tagli fiscali miliardari. È’ così che persino il Washington Post, testata notoriamente critica del presidente Usa, legge in questo modo la calda accoglienza riservata a Trump a Davos.

“È bastato un taglio delle tasse da 1,5 trilioni di dollari ed un approccio più permissivo…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi