“Amore criminale” senza Asia Argento raddoppia gli ascolti, ma il Pd vuole chiuderlo

Senza Asia Argento il programma vola. S’è capito subito, il problema era lei visto che al debutto, Veronica Pivetti, alla guida Amore Criminale, ieri sera ha fatto registrare il 6% di share doppiando gli ascolti dell’ex conduttrice. La prima puntata andata in onda la domenica sera su Rai3, rispetto al venerdì dell’edizione con la Argento, è stata seguita da 1,39 milioni di spettatori, giusto il doppio della precedente edizione.

Peccato che in un programma che nasce a difesa delle donne, per denunciare i femminicidi e raccontare, con casi di cronaca, le violenze ai danni delle donne, si abbatta una assurda polemica del Pd, che chiede la chiusura di “Amore criminale” perché fomenterebbe lo spirito di emulazione. L’iniziativa è della parlamentare Francesca Puglisi, che su Fb scrive: «Lo abbiamo già chiesto in occasione dell’audizione in Commissione di Inchiesta della Presidente Maggioni e qui lo ribadisco. La trasmissione Rai Amore Criminale, va chiusa. Romanzare crimini efferati contribuisce a rafforzare insani propositi emulativi di coloro che, incapaci di dare un senso alla propria esistenza, credono di poter approdare all’immortalità mediatica tramite la distruzione propria e altrui. Lo hanno chiesto i centri antiviolenza, che dopo ogni puntata vedono arrivare donne terrorizzate ai centri, convinte che quello sarà il loro inevitabile destino. Il Generale Tullio Del Sette, ha sottolineato come l’mmulazione in questo genere di reati gioca un ruolo fondamentale. Il servizio pubbico ha il dovere di contribuire alla lotta al #Femminicidio..».

Una richiesta assurda, quella del Pd, che finirà presto sulla scrivania della presidente della Rai, Monica Maggioni, già martedì. La Puglisi intende far sottoscrivere la missiva ai capigruppo in Commissione di tutti i partiti,  spiega all’Huffinghton Post,ma non sarà facile trovare i numeri. A meno che Renzi non alzi personalmente il telefono…