Aggressione con urina ai gazebo di FdI a Milano, due denunciati dalla Digos

Sono stati denunciati dalla Digos della Questura di Milano per atti osceni in luogo pubblico e lesioni i due aggressori dei gazebo di Fratelli d’Italia a Milano: una donna di 41 anni e un uomo di 45 anni, entrambi italiani, ritenuti responsabili degli incresciosi episodi  in piazza Argentina a Milano. I due, insieme ad un’altra donna non ancora identificata, a bordo di un’auto di colore blu, si sono fermati davanti al gazebo elettorale di Fratelli d’Italia. La 41enne è scesa dall’auto, si è abbassata i pantaloni urinando e ha aggredito uno degli appartenenti al partito Fratelli d’Italia. Subito dopo anche l’uomo è sceso dall’auto e ha aggredito alcuni passanti presenti al gazebo.

La donna era affidata ai servizi sociali

La donna ha diversi precedenti per reati comuni – leggiamo sul Giorno – ma entrambi non  hanno precedenti specifici inerenti l’ordine pubblico. “Successivi accertamenti hanno rivelato che la donna, con a carico diversi precedenti per reati contro il patrimonio con l’affidamento in prova ad i servizi sociali, avrebbe dovuto sottostare anche alla prescrizione dell’obbligo di permanenza in casa dalle 23 alle 5 del mattino ma i controlli effettuati dalla Digos e dal commissariato Scalo Romana presso la sua residenza hanno consentito di verificarne l’assenza. Il personale del commissariato di Scalo ha trasmesso all’autorità giudiziaria le annotazioni relative all’ inottemperanza al divieto di uscire di casa negli orari previsti, richiedendo per la donna la revoca della misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali, con ripristino della misura detentiva ed il magistrato di sorveglianza di Milano ha disposto la revoca e la traduzione in carcere.

ECCO COSA ERA ACCADUTO