Un cappio per la Merkel: i giudici tedeschi ne autorizzano la vendita

Vendere il cappio destinato ad Angela Merkel in Germania non è reato. Costa 29,95 euro e può essere venduto come gadget, porta uno scrittta «riservato Angela “Mutti” Merkel» ed è già stato utilizzato in alcune manifestazioni pubbliche della destra estrema tedesca. Secondo la procura di Chemnitz, in Sassonia, chi mette in vendita quell’oggetto inquietante non istiga alla violenza, così come per le forche annesse, vendute per 15 euro.

Simboli che “debuttarono” per la prima volta due anni fa, quando il movimento di estrema destra Pegida (Patriotti europei contro l’islamizzazione dell’Occidente) li portà alla marcia anti immigrati. Come riferisce la Süddeutsche Zeitung, la procura di Chemnitz ha deciso che gli oggetti possono essere commercializzati, perché non rappresentano un caso di istigazione alla violenza, reato punito anche con cinque anni di carcere. Secondo La Stampa di Torino, giudici ritengono che “nessun reato penale è stato commesso, gli oggetti non invitano ad uccidere Merkel, la vendita può continuare come se niente fosse e la trovata inventata da Jens Doebel, 41 anni, è stata considerata un manufatto artistico”. «Voleva solo creare un simbolo della morte politica dei due simboli della politica tedesca, Merkel e Gabriel», è stato il verdetto.