Terremoto, la terra trema ancora in Messico e Grecia: 2 forti scosse nella notte

Ci risiamo: questo 2017 è stato un anno geologicamente molto inquieto. A dir poco inquieto: il catastrofico terremoto in Messico ha devastato e ucciso e, proprio questa notte, la tera nei pressi di Acapulco è tornata a tremare. E non solo lì: anche la Grecia ha registrato una forte ondata sismica avvertita fino alla Puglia.

Terremoto, la terra torna a tremare in Messico

Dunque, è ancora paura in Messico, dove una forte scossa di terremoto di magnitudo 5.0 è stata registrata nell’area di Acapulco. L’epicentro, riferisce il Centro sismologico messicano su Twitter, è stato localizzato a 7 km dalla città e a una profondità di 10 km. Al momento, riferisce la protezione civile locale, non si segnalano vittime o danni, ma il rischio di una nuova ondata e la paura ancora non metabolizzata di quanto accaduto solo lo scorso 20 settembre, si fanno sentire.

Terremoto, forte scossa nella notte anche in Grecia

E la terra ha tremato forte anche in Grecia, dove una scossa di terremoto d’intensità notevole è stata avvertita oggi alle 0.47 al largo di Lefkada, isola greca del gruppo delle Ioniche. La magnitudo registrata è di 4.8, ad una profondità di 20 km. La scossa, breve ma molto potente, è stata avvertita anche nel leccese, in particolare a Otranto, Santa Maria di Leuca e nei comuni vicini. Per ora non risultano notizie di danni a persone o cose, ma il controllo su quanto appena accaduto e il monitoraggio continuo della situazione in divenire forniranno gli eventuali aggiornamenti. Va ricordato intanto che nel 2015, esattamente il 17 novembre, un terremoto di magnitudo 6,1 colpì proprio Lefkada, causando due morti e quattro feriti.