Temperature sempre più giù: arriva la neve. E c’è anche l’allerta meteo

Temperature in picchiata e prime nevicate in Piemonte, Emilia occidentale e in alcune zone della Lombardia e dei monti della Liguria. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che tutto il Piemonte vedrà nevicare più o meno diffusamente già da stasera. Le precipitazioni risulteranno via via più intense e copiose su torinese e cuneese. Sono attesi fino a 10/15 cm di neve su Torino, sui monti attorno a Cuneo la coltre bianca potrebbe sfiorare il metro, se non superarlo.

Liguria, primi fiocchi di neve vicino la costa

Neve anche su piacentino e parmense, specie appenninici. Neve sul pavese meridionale, comasco, bergamasco, varesotto, bresciano, possibile mista a pioggia su Milano e pianura lombarda. Neve in Trentino e in Val d’Aosta. Temperature in picchiata e primi fiocchi di neve in Liguria che, in qualche caso come nel ponente genovese, hanno fatto la loro comparsa questo pomeriggio nelle località dell’immediato entroterra appena alle spalle della costa. La Protezione Civile Regionale ha diffuso l’allerta meteo per neve fino alle ore 15 di domani, diramata da Arpal il centro meteo funzionale della regione, sulla base degli ultimi aggiornamenti meteo. L’allerta gialla, inizialmente emanata dalle 12 alla mezzanotte di oggi sulla costa del ponente, è stata prorogata fino alle ore 15 di domani in tutta la zona e i comuni costieri della provincia di Imperia – compreso l’entroterra della valle del Centa – fino a Noli in provincia di Savona. In tutta la zona B, che va da Spotorno a Camogli comprese tra le province di Savona e Genova, più l’entroterra della Val Polcevera e dell’Alta Valbisagno, l’allerta in vigore sarà gialla nei comuni lungo la costa e arancione in quelli dell’entroterra, fino alle 15 di domani.

Pioggia al Centro-Sud

Nel weekend però il tempo comincerà a peggiorare al Centro-Sud con piogge dapprima sulle coste tirreniche, poi su quelle adriatiche e quindi sparse al Sud. Su questi settori la neve cadrà sopra gli 800 metri al Centro, dai 1000/1200 metri al Sud. Settimana prossima un po’ più stabile, ma molto fredda con diffuse gelate al Nord, ma dall’Immacolata è atteso un nuovo diffuso peggioramento.