Spararono tra la folla a Bitonto, arrestati due pregiudicati

Due persone, Nicola Lorusso, 20 anni, e Giuseppe Rocco Cassano, 29, di Bitonto, in provincia di Bari, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato perché ritenuti autori di due distinti tentativi di omicidio e di porto illegale di armi da fuoco, con l’aggravante di aver commesso i reati con l’utilizzo del metodo mafioso. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale del capoluogo pugliese su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. Secondo la squadra mobile e il commissariato di Bitonto, Cassano, peraltro già detenuto per altra causa, il 17 agosto 2015 avrebbe attentato alla vita di un pregiudicato bitontino, molto noto, non esitando ad esplodere numerosi colpi d’arma da fuoco tra la gente all’indirizzo di quest’ultimo che solo per un puro caso scampò all’attentato. Il secondo episodio vide protagonista Lorusso che, il 18 ottobre successivo, durante i festeggiamenti in onore dei Santissimi medici Cosma e Damiano, nei pressi del luna park, affollato di gente, non si fece scrupolo di esplodere numerosi colpi d’arma da fuoco attentando alla vita di un altro pregiudicato bitontino, raggiunto da numerosi proiettili.