Siria, alleanza curdo-araba sostenuta dagli Usa e soldati iracheni blindano i confini

Scacco all’Isis: definitivamente. Una sinergica alleanza curdo-araba sostenuta dagli Usa con i soldati dell’esercito iracheno blindano i confini e presidiano il territorio. Le Forze democratiche della Siria (Fds), in accordo con le truppe curdo-arabe e gli strateghi militari americani confermano la cooperazione internazionale in chiave anti-Is con l’esercito iracheno, decidendo di formare un centro di coordinamento congiunto per la sicurezza del confine siro-iracheno nella provincia di Deir Ezzor, nel nordest della Siria.

Siria, l’accordo tra Fds e esercito iracheno sulla sicurezza dei confini

E’ quanto ha rivelato a Rudaw una fonte vicina alle Fds. La decisione è stata presa nel corso di una riunione tra una delegazione delle Fds responsabile dell’operazione Tempesta della Jazirah, lanciata a settembre per liberare il nordest siriano dal controllo dell’organizzazione dello Stato islamico (Is), e una delegazione dell’esercito iracheno. Durante l’incontro, ha quindi aggiunto la fonte, «le parti hanno discusso la questione della sicurezza dei confini tra Iraq e Siria nella zona limitrofa alla provincia di Deir Ezzor», così come «il modo di eliminare l’organizzazione dello Stato islamico (Is) dalle aree di confine».

Siria e Iraq siglano l’accordo sul controllo dei confini comuni

Il 9 ottobre scorso, il leader della Mobilitazione popolare irachena, Faleh al-Fayyad, aveva annunciato che «nel prossimo periodo l’Iraq collaborerà con le Fds per il controllo dei confini comuni». Da settembre si assiste nella provincia di Deir Ezzor a una “competizione” tra le forze del regime e il suo alleato russo da un lato e la Coalizione internazionale che appoggia le Fds dall’altro per prendere il controllo delle aree occupate dai miliziani dell’Isis. Una situazione ancora in via di definizione, insomma, malgrado l’Isis stia smobilitando ormai dappertutto, sconbfitto in Siria come in Iraq, su tutta la linea…