«Signora Gesù Lesbica»: Asia Argento, la messa blasfema e l’ostia satanica

Un rituale demoniaco dopo lo scandalo Weinstein. L’attesissima performance di Asia Argento al Torino Film Festival lascia inorriditi: venti minuti di «rituale pagano di purificazione al femminile», spiega il Fatto quotidiano non senza qualche perplessità. Pagano e anche un po’ blasfemo: su uno sfondo rosso (profondo come il film di papà Dario Argento) la 42enne attrice introduce gli spettatori  a Trabalho de Concentraçao, film diretto dal regista francese Bertrand Bonello su un tappeto di musica horror. Al centro della scena lei e una decina di donne in maglietta bianca, gonna e piedi nudi.

Asia Argento e la “comunione pagana”

La Argento è la sacerdotessa di questo rito orfico-dionisiaco, oltre la religione: «Lady Lesbian Jesus come, and rise the dead» (Signora Gesù Lesbica, cioè vieni tra noi e resuscita i morti”) è la preghiera-mantra prima che si scateni un sabba di urla sconnesse e strilli. Poi la benedizione magica, con tanto di “comunione pagana”. La Argento invita gli spettatori a prendere l’ostia e a farsi segnare la fronte con una croce. «Grazie per aver partecipato e riportato a noi e con noi la Santa Luce!», è la conclusione di questa stramba, inquietante messa.