Ruba una bici e minaccia il proprietario col taglierino: magrebino in manette

Non si è accontentato di ostentare il furto della bicicletta sotto lo sguardo a dir poco sgomento del proprietario, ma è arrivato anche a minacciarlo puntandogli un taglierino sotto il naso: protagonista un magrebino di 29 anni, in Italia senza fissa dimora, sottoposto a fermo dalla polizia a Roma per rapina aggravata e minacce a pubblico ufficiale.

Magrebino ruba la bici e minaccia il proprietario

La vittima, dopo aver parcheggiato la sua bicicletta, è entrato in un negozio per comprarsi le sigarette. All’uscita ha trovato un uomo che, con una piccola barra di metallo, stava forzando il blocca-ruote della bici. Quando ha chiesto al ladro di smetterla, quest’ultimo invece di ritirarsi in buon ordine ha pensato bene di gettare a terra il pezzo di metallo e, dopo aver estratto un taglierino, di puntarlo contro il proletario della bicicletta che voleva a tutti i costi rubare, minacciandolo. A quel punto il malvivente, salito in sella è fuggito pedalando a tutta forza. La vittima ha iniziato a inseguirlo a piedi e ha telefonato al 112, indicando la via di fuga del ladro fino a quando, in via Santa Croce in Gerusalemme (nel quartiere Sang Giovanni della capitale ndr) lo ha perso di vista.

La fuga in bici, l’inseguimento, il fermo

Gli agenti della polizia del commissariato Viminale, giunti sul posto in pochi minuti, hanno notato l’ uomo, corrispondente alla descrizione, ancora a bordo della bicicletta. Raggiunto, gli hanno intimato di fermarsi, ma questo prima ha imboccato la corsia dei binari del tram, e subito dopo è fuggito a piedi abbandonando – a quel punto – l’ambitissima bicicletta in terra. Inseguito dagli agenti, ha afferrato il taglierino che aveva in tasca minacciando anche loro: ma dopo una breve colluttazione, il 29enne magrebino, decisamente ostinato fino alla fine, è stato faticosamente bloccato e disarmato.