Roma, ordinanza antiprostituzione? FdI: «Raggi rischia la figuraccia»

sabato 30 dicembre 18:25 - di Redazione

«E per la fine dell’anno arriva la sparata del sindaco Raggi che sulla prostituzione la dice grossa. Sarebbe
pronta infatti a firmare un’ordinanza che dovrebbe prevedere maxi multe di 206 euro e l’arresto fino a tre mesi, un provvedimento che l’avvocatura comunale, come riportato oggi dalla stampa, ha già bocciato facendo presente ai vertici del Campidoglio che un atto simile si presterebbe ad essere facilmente impugnabile». È quanto dichiara in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo in Campidoglio di FdI.

«Pertanto, il Comune rischierebbe una pioggia di ricorsi al Tar, incappando in una figuraccia come già accaduto per la vicenda della corsia preferenziale di Portonaccio, oltre agli ingenti costi per le spese legali che l’amministrazione sarebbe costretta a sostenere. Praticamente una follia al limite del danno erariale – conclude Ghera – I grillini, con la sparata dell’ordinanza anti-prostituzione, puntano insomma al botto di fine anno…visto che quello politico l’hanno fatto da un pezzo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • belpassi riccardo 16 novembre 2018

    La stessa c****** che ha fatto Nardella a Firenze! Io non vado a prostitute, ma difendo la libertà di chi lo fa, e difendo le stesse prostitute che spesso sono donne che con il loro mestiere salvano le le loro famiglie dalla miseria! Trovo invereconda e bigotta una misura del genere! Ma i grillini non avevano promesso la riapertuta delle case chiuse?

  • sergino 2 marzo 2018

    Mah la Raggi come Alemanno ? non l’avrei mai creduto

  • Mauro 2 gennaio 2018

    Quando non riescono a risolvere un problema lo scaricano sulla popolazione. 1° La prostituzione dovrebbe essere considerata un lavoro quale in pratica è e chi lo svolge dovrebbe essere tutelato. 2° Tutelarlo significa sopratutto togliere dalle mani della malavita la gestione di tale mercato.3° Cara Raggi assomigli sempre di più ai tuoi predecessori, incapaci e scaricabarile.

  • giuseppe abbruzzese 1 gennaio 2018

    Ho letto fra l`altro molti testi teologigi, inclusa la Bibbia e questa in diverse edizioni e lingue. In tutte le religioni il ruolo assegnato alle donne non é altro che quello di concubine (anche se sposate) di amanti, di volontarie prostitute, spesso per necessitá ma anche per piacere e per lucro. Giá millenni fa le donne si sono ufficialmente e volontariamente prostituite per salire di RANGO o per guadagnarsi una buona dote da portare come dote. I sacerdoti delle maggiori religioni si sono dati molto da fare per incrementare la prostituzione nei luoghi di culto, con ruolo di protettori e magnacci. Chi non crede, legga almeno un libbro sulla materia ed io consiglio: Storia della Prostituzione di Pierre Dofour.
    Tutti gli esseri viventi, piante incluse, appena nati cercano alimentazione ed appena possono vogliono fare sesso: L`istinto di fare sesso é piú forte di gran lunga di ogni altro al quale segue quello di alimentarsi Si alimenta per essere in grado di far sesso. I maschi (non gli uomini) sono INCOSCIENTAMENTE/COSCIENTAMENTE disposti a far qualsiasi cosa, pur di poter far sesso. Le femmine vogliono essere piú attraenti possibile per i maschi ed essere desiderate e prescelte per fare sesso. Istinto naturale della riproduzione della specie. I desideri sono la perdizione degli esseri umani; questi non sono una necessitá primordiale, bensí capricci e dimostrazione di superioritá. La prostituzione moderna, volontaria o forzata, é vero, é pó un`altra cosa, ma in fin dei conti si riduce sempre alle stesse cose. A molti uomini non va su al tempo voluto, oppure con la moglie dopo anni di matrimonio, per paura di non farcela, timidezza generale, ecc. Ho conosciuto molteplici individui del genere e tanti erano di aspetto fisico superiore al mio.La maggior parte delle femmine ha preferito me. Non mai pagato una donna per fare sesso.
    A Vienna dove attualmente mi trovo, ci saranno una 40ina di “bordelletti” ed un pó di dimensioni maggiori. Píú della metá sono ragazze tra 18 e 25 anni, asiatiche, giapponesine, coreane e cinesi. A fine settimana arrivano le svlovacche e le ungheresi. Ragazze di Budapest hanno viaggiato con me spesso nello stesso compartimento di un treno e con la macchina, al confine ne ho caricato
    non so quante. Quelle che non hanno un appoggio fisso vanno nei parcheggi e questo non é ammesso. Si, avrei potuto mettere a disposzione il mio appartamento, contro percentuale e, e…
    A Budapest, si trovano prostitute ovunque, ma quasi ZERO nelle strade come in Italia. Detto a Berlino e a Varsavia ove nei rispettivi centri pullula di ragazze pronte a “quasi” tutto.
    Nell`ultimo mia viaggio a Mosca ho ricevuto nella piazza del Cremlino un`offerta speciale. Erano circa le due di notte dopo la “madame di Picche” al Bolscoi ed una cenetta, son andato lá per una passeggiata insieme al mio accompagnatore (col.KGB). CINQUE ragazze, tre molto belle,si sono offerte. Alla fine una di loro é venuta a dirmi: Italiano, noi veniamo nel tuo albergo tutte e cinque e per tutta la notte per soli 100 $ USA e qualcosa da mangiare. A Las Vegas le ragazze vengono in camero senza pagamento, per poter dormire ed avere una colazione.
    In Italia é stata proibita la prostituzione ! Chi ha un appartamento e tanti amici puó prostituirsi senza fine e discriminazione. Ma la prostituzione fiorisce piú di prima. Sarebbe l`ora che la Merlino venga cacciata dal Paradiso e venga buttata all`inferno, in uno dei cerchi piú tetri per tutte le pene che ha causato a milioni di persone. Dante ha descritto i luoghi adatti in base al reato commesso. La Raggi voglia prendere atto di quanto ho scritto. Saluti e Buonanno.

  • Robberto 1 gennaio 2018

    UNA SOLUZIONE?…Questo schifo dovrà finire. Invece di criticare si trovi una soluzione,altrimenti si fa proprio come i grillini che contestano tutto….ma non propongono mai qualcosa di concreto!

  • Francostars 31 dicembre 2017

    Affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con la Sentenza n. 10578/2011).

  • John Rubinstein 31 dicembre 2017

    Raggi you are useless, too little too late..do Rome a favor and leave…I have lived in Rome, so don’t bullshit the residents….ok… I see through you so easily…you are a single sided coin, a fake.