Roma, dietrofront della Raggi. E la domenica ecologica slitta a febbraio

Eccolo il dietrofront della sindaca Raggi. Stavolta l’inversione è stata sulla domenica ecologica prevista per il prossimo 17 dicembre. Iniziativa che ha suscitato un vespaio di polemiche e allarme soprattutto tra i commercianti capitolini. Ed ecco quindi che è arrivato il ripensamento della sindaca grillina che ha deciso di spostare la data di un paio di mesi. La Raggi ha fatto “una scelta di assoluto buon senso rinviando la domenica ecologica, inizialmente prevista per il 17 dicembre, al 25 febbraio” ha perciò dichiarato soddisfatto il Commissario di Confcommercio Roma, Renato Borghi. ‘Ci siamo sin da subito opposti alla data di dicembre – ha aggiunto – perché sarebbe coincisa con l’ultimo week end prima di Natale, giornata fondamentale per lo shopping”. Insomma, con le imprese commerciali che sul territorio della capitale stanno, con grande difficoltà, tentando di uscire da questo lungo periodo di crisi economica la decisione della giunta capitolina sarebbe stata una ennesima mazzata. Per fortuna anche i seguaci di Grillo ci ripensano. E così è stata messa la classica toppa ad un’idea dannosa. Virginia Raggi ha firmato l’ordinanza per posticipare la domenica ecologica del 17 dicembre alla nuova data del 25 febbraio 2018. Ma siccome la sperimentazione è sempre nei pensieri grillini ecco che in aggiunta allo spostamento della data, l’amministrazione ha scelto di valutare la possibilità di pedonalizzare, nella giornata del 17 dicembre, una via in ogni Municipio al fine di creare tante isole pedonali libere dalle auto. Si badi: una possibilità e per un solo giorno. Sai che conquista per i pedoni! Mah…