Prof di musica abusa di una 14enne: lezioni da incubo durate due anni

Arriva da Parma un’altra vicenda di abusi sessuali su minori. Un insegnante di musica di una scuola media di 60 anni è stato arrestato dai carabinieri ed è finito ai domiciliari per violenza sessuale aggravata. La vittima è una studentessa, che all’epoca dei fatti aveva 14 anni. Le violenze sarebbero state commesse all’interno della scuola quando l’insegnante impartiva lezioni individuali di musica alla ragazzina, cominciate quando lei aveva appena 12 anni e continuate per i due anni successivi, finché finalmente si è confidata con i genitori.  Fondamentali per inchiodarlo, – ricostruisce la Gazzetta di Parma -insieme alla testimonianza della bambina, anche alcuni messaggi sul telefonino che lei gli aveva inviato, supplicandolo di smetterla con quelle “attenzioni”. “Sono una ragazzina, una sua alunna non si può comportare così. Se va avanti dovrò dirlo ai miei genitori”.  Nonostante le promesse, il professore ha continuato a toccarla nelle parti intime durante le lezioni.