Patenti e permessi di soggiorno falsi: la Polizia di Frontiera ferma 2 nigeriani

Non c’era documento o attestazione che non fossero pronti a falsificare e smerciare: dalle patenti ai permessi di soggiorno, i 2 nigeriani fermati oggi in aeroporto ad Alghero dalla Polizia di Frontiera, erano pronti e abili nel mettere sul mercato a chi ne facesse ufficiosa richiesta la documentazione più ambita da clandestini e criminali. Gli agenti, però, erano sulle loro tracce e oggi, finalmente, i due falsari – due stranieri di origine nigeriana – sono stati individuati e arrestati in un aeroporto sardo.

Documenti falsi, fermati 2 nigeriani

Hanno finito di spacciare documenti contraffatti, dunque, i due nigeriani fermati dagli agenti della Polizia di Frontiera in servizio all’aeroporto di Alghero (Ss), denunciati per concorso in falsità materiale di una patente di guida italiana, di un permesso di soggiorno e per sostituzione di persona. Uno dei due extracomunitari, tra l’altro, rintracciato e intercettato all’aeroporto di Fertilia, aveva cercato di imbarcarsi sul volo per Milano con un permesso di soggiorno falsificato. I controlli e gli accertamenti della Polizia hanno consentito di trovare in possesso dell’uomo, anche una patente di guida contraffatta, anch’essa sequestrata insieme al permesso di soggiorno. Il falsario straniero è stato quindi denunciato anche per sostituzione di persona perché aveva falsificato i documenti cercando di farsi passare per un altro nigeriano, anche lui guarda caso residente in Italia. Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi al fine di verificare le metodologie e le modalità di contraffazione dei documenti, anche con l’interessamento di alcune Questure della penisola competenti per le provincie nelle quali i due denunciati risultano avere residenze o domicili. È possibile, infatti, e in fase di accertamento, che i documenti contraffatti che i due nigeriani potrebbero aver immesso in circolazione siano più di quelli finora accertati.