Panico a Melbourne, si lancia sulla folla col Suv: “La gente volava ovunque” (video)

Paura a Melbourne. Un uomo è stato arrestato dalla polizia australiana dopo che la sua auto “ha colpito alcuni passanti” a Flinders Street, nel centro di Melbourne. Lo riporta la Bbc. Sedici persone sono rimaste ferite, delle quali dodici stanno ricevendo cure sul posto, due sono state trasferite in ospedale. Tra i feriti c’è anche un bambino che è stato colpito alla testa e si trova in gravi condizioni.   Sul suo account Twitter la polizia ha chiesto a tutti, auto e passanti, di evitare la zona dell’incidente. Il Suv che ha ferito almeno 16 persone nel centro di Melbourne “falciava chiunque si trovasse davanti, le persone venivano sbalzate via”. Tre feriti sono stati portati al Royal Melbourne Hospital, mentre il bambino con un trauma cranico è stato portato all’ospedale Royal Childrens in gravi condizioni. La situazione rimane poco chiara: le immagini mostrate dai media locali mostrano diversi passanti distesi a terra vicino a un veicolo bianco, modello Suv. Un testimone ha detto alla radio locale ‘3AW’ che l’auto “ha falciato tutti, le persone volavano dappertutto”.  Un’altra persona presente ha riferito che “l’incidente sarà durato circa 15 secondi”. “L’auto è passata con il rosso a tutta velocità e poi è stato solo bang, bang, bang. Uno dopo l’altro. C’erano persone stese a terra ed altre che cercavano di aiutarle. Un caos”.

 

«Abbiamo preso il conducente del Suv» , hanno spiegato dal Dipartimento della polizia australiana. E in un comunicato diffuso via Internet hanno confermato anche l’arresto di un secondo uomo. Le immagini dell’ «Herald Sun» mostrano un uomo con i capelli neri e una barba lunga, in ginocchio in manette. “Crediamo in base a ciò che abbiamo visto che si tratta di un atto deliberato, le motivazioni sono sconosciute, le indagini sono appena iniziate”. Lo ha affermato il comandante della polizia di Victoria, Russell Barret. Si ritiene che i due arrestati siano parenti stretti. I due uomini in custodia vengono interrogati dalla polizia mentre gli investigatori cercano di determinare se l’incidente sia legato al terrorismo.