Occultismo: Dan Brown finanzia la messa in Rete di quattromila testi

Circa quattromila manoscritti antichi, dedicati all’occultismo, alla magia e all’alchimia, saranno presto digitalizzati e messi online grazie a un sostanzioso aiuto economico dello scrittore statunitense Dan Brown, l’autore di “Il Codice Da Vinci” e di altri romanzi bestseller che hanno per protagonista Robert Langdon, professore di numerologia alla Harvard University.

Libri di occultismo in Rete: 300mila euro da Dan Brown

Brown ha donato un anno fa trecentomila euro alla Bibliotheca Philosophica Hermetica di Amsterdam (Ritman Library), come segno di gratitudine per aver ispirato i suoi fanta-thriller con la sua inestimabile collezione di testi esoterici stampati prima del 1900, che ha visitato più volte. Le preziose opere, soprattutto medievali e rinascimentali, andranno ad arricchire “The Hermetically Open”, il progetto di digitalizzazioni che permetterà agli studiosi e agli appassionati di occulto di sfogliare su internet rare edizioni del “Corpus Hermeticum” (1472), considerato il testo fondante della saggezza ermetica, o “Lo spaccio de la bestia trionfante” (1584) del filosofo Giordano Bruno.

Dan Brown

Dan Brown

La Biblioteca Ritman è specializzata in libri di occultismo

La Biblioteca Ritman nasce nel 1984, dall’iniziativa privata del fondatore Joost R. Ritman, 76 anni, uomo di affari di Amsterdam. In circa cinquant’anni la Bibliotecha Philosophica Hermetica ha raggruppato una particolare collezione di libri specializzati nella gnosi cristiano-ermetica, un’area dove la filosofia e la religione s’incontrano, lasciando ampi spazi all’alchimia, al misticisimo e all’esoterismo.