Incendio e blackout all’aeroporto di Atlanta, cancellati oltre 1000 voli

L’aeroporto di Atlanta è considerato lo scalo più trafficato del mondo, il più attivo e anche quello più attrezzato a gestire un traffico eccezionale e le emergenze: eppure tutto ciò non ha impedito che un incendio e – quasi peggio ancora – il conseguente blackout venutosi a creare in seguito, non creasse nelle ultime ore  preoccupazione e gravi disagi a viaggiatori e personale di terra, bloccati e al buio per quasi 11 ore.

Incendio e blackout all’aeroporto di Atlanta

Sono stati oltre mille i voli in partenza dal Hartsfield-Jackson International che sono rimasti a terra, con ripercussioni nel traffico aereo degli Stati Uniti. Il blackout è iniziato poco dopo le 13 ora locale e l’elettricità è ritornata in tutto l’aeroporto solo pochi minuti prima della mezzanotte, con migliaia di passeggeri che sono rimasti ad aspettare nei terminal al buio. Nel dare l’annuncio della fine del blackout, le autorità aeroportuali hanno confermato che il guasto è stato provocato da un incendio in un impianto elettrico sotterraneo. «Si sta indagando sulle cause dell’incidente», conclude il comunicato: un incidente che ha ingessato il normale svolgimento del traffico aereo intercontinentale in partenza dallo scalo di Atlanta dove, basterà considerare il fatto che quello è il punto di decollo e di snodo, in media, di circa 2500 voli al giorno, con un traffico medio giornaliero di 275.000 passeggeri, per capire l’entità del danno – e del disagio – causato dal black-out…