Previsioni meteo: a Natale sole e freddo. Peggioramento da Santo Stefano

Previsioni meteo a Natale, tramontana e nessuna tregua per il gran gelo. Il fine settimana natalizio vedrà la presenza dell’alta pressione sull’Italia, con  i venti di Tramontana, anche forti al Sud, che soffieranno senza tregua. Questo le previsioni nei vari quadranti della penisola.

L’alta pressione prevale su tutto il Paese, i venti si dispongono dai quadranti settentrionali, ma di Libeccio sul mar Ligure. Oggi, sabato 23, ci sarà sole su tutte le regioni, più nubi potranno interessare il palermitano e il messinese. Venti di Tramontana su gran parte dei bacini, molto forti sul mar Ionio che sarà agitato, debole Libeccio sul mar Ligure.

Previsioni meteo alla Vigilia di Natale

Il giorno della Vigilia  di Natale, domenica 24, si registrerà con aumento della nuvolosità su Liguria, alta Toscana e Pianura padana orientale, che come al solito vedrà addensarsi locali nebbie o foschie sulle aree pianeggianti centro-orientali.  Le altre regioni vedranno prevalere il Sole. Buone nutizie riguardo le temperature.  Aumento termico più apprezzabile al Centro-Sud con 3/5° in più rispetto ai giorni precedenti, crescita meno incisiva al Nord.

25 dicembre

Nel giorno di Natale aumenterà la nuvolosità sin dal mattino oltre che in Liguria su gran parte della Val Padana e nel corso della giornata nelle regioni tirreniche, nel sud della Sicilia e nell’ovest della Sardegna. Dal pomeriggio non si escludono locali deboli piogge o pioviggini tra la Liguria di Levante e il nordovest della Toscana. Nel resto del Paese tempo generalmente ancora soleggiato. Temperature massime in calo al Nord e sulla Toscana, senza grandi variazioni altrove. Il clima non sarà particolarmente freddo né di giorno né di notte.

Però chi è in viaggio dovrà attendersi un peggioramento del clima, confermato proprio tra il Santo Stefano e il il 27 di dicembre in coincidenza del passaggio di una perturbazione atlantica, che sarà l’ultima del 2017, che dovrebbe coinvolgere in termini di precipitazioni soprattutto le regioni centro-settentrionali e la Campania tra la fine di martedì 26 dicembre e la giornata di mercoledì 27. Buone notizie per gli sciatori, tornerà la neve nel settore alpino e prealpino mediamente a partire dagli 800-1000 metri di quota.