Matteoli, il dolore di Berlusconi: «Era un amico, è stato uno dei miei migliori ministri»

Il dolore di Silvio Berlusconi è sincero, dopo anni vissuti con Altero Matteoli alla guida del paese e nelle file dell’opposizione. In serata, dopo aver a lungo pesato le parole, arrivano dichiarazioni commosse dal leader di Forza Italia, partito a cui Matteoli aveva aderito diversi anni fa. «Ho appreso con autentica costernazione e profondo dolore la notizia dell’improvvisa scomparsa di Altero Matteoli. Con questa tragedia io perdo un amico e un consigliere saggio e sincero, Forza Italia e l’intera vita pubblica del nostro paese perdono un uomo politico autorevole, equilibrato, coerente con la sua storia e con il voto dei suoi elettori, capace di attraversare stagioni politiche diverse con la stessa lungimiranza e lucidità di visione», afferma in una nota il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi. «Il senatore Matteoli -aggiunge- seppe portare nel Popolo dellalibertà e poi in Forza Italia il meglio della storia e delle idee della Destra italiana. Era un uomo in grado di coniugare grandi visioni e pragmatismo, ideali e capacità di realizzazione. Anche per questo fu fra i migliori ministri del mio governo. A lui si -prosegue- devono grandi realizzazioni e grandi progetti per colmare il ritardo del nostro paese nel settore delle infrastrutture. Altero lascia un vuoto difficile da colmare, sul piano personale e politico. Tutta Forza Italia ed io personalmente ci stringiamo ai familiari con profondo cordoglio».