L’Iran agli Usa: senza di noi le vostre strade sarebbero piene di terroristi

Nuove critiche agli Stati Uniti arrivano da Teheran che si scaglia contro Jared Kushner, genero e consigliere di Donald Trump. Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qassemi, ha contestato le “affermazioni infondate” di Kushner che “dimostrano la frustrazione dei funzionari Usa di fronte alle politiche iraniane nella lotta al terrorismo” e che mirano a “creare tensioni ai danni dell’Iran nella regione”. “Se non fosse per gli sforzi e la dedizione dell’Iran nella battaglia contro i terroristi e gli estremisti nella regione, soprattutto in Iraq e Siria, le strade americane sarebbero piene di terrore e violenza da parte dei gruppi estremisti e per questa stessa ragione la comunità internazionale dovrebbe essere grata all’Iran”, ha detto Qassemi, come riporta l’agenzia di stampa ufficiale iraniana Irna. Il portavoce è poi tornato a insistere sulle “ottime relazioni” della Repubblica Islamica con i Paesi vicini a poche ore dal messaggio portato da Kushner al Saban Forum, l’incontro annuale tra leader americani e israeliani organizzato dalla Brooking Institution. Nel suo intervento il consigliere di Trump ha sottolineato come il presidente Usa sia determinato a raggiungere un accordo di pace tra israeliani e palestinesi, considerato la chiave per raggiungere i più ampi obiettivi di fermare l'”aggressione dell’Iran” e l’estremismo islamico nella regione.